Scegliere il primo filato
71 / 100

Stai pensando di acquistare il tuo primo filato. Che sia maglia, uncinetto o altro, ecco 5 consigli per scegliere il filato giusto.

Ok. Hai deciso di intraprendere il tuo primo progetto con i gomitolètti. Soffici soffici, arriva Natale, bisogna fare i regali (anche se sei a ferragosto, sia chiaro), ti piacciono i ferri da maglia perché sono tanti, tondi e colorati.

Hai visto una borsa, un maglione, un peluche, uno scialle, un checazzè e vuoi assolutamente imparare la tecnica.

Vuoi imparare la maglia, l’uncinetto, la tessitura o qualche altra arte che corre sul filo, ma non hai le idee ancora molto chiare su come muoverti per la scelta del tuo primo filato.

Molto bene.

Ti scrivo 5 consigli che darei al me stesso “principiante” per permettergli di lavorare al meglio, godersi la vita, e non perdere la pazienza.

Sì, perché di pazienza ce ne vuole tanta. Solo che all’inizio è compensata dall’entusiasmo e non la sentirai esaurirsi.

Per evitare che ciò accada, ho messo insieme 5 passi amabili per destreggiarti nella scelta del tuo primo filato 🙂


1. Controlla le indicazioni sul progetto

Se hai un progetto specifico da seguire, solitamente nelle prime righe viene indicato espressamente quale filato usare.

2. Opta per un filato elastico

All’inizio dovrai imparare dei gesti nuovi, utilizza un filato elastico come la lana piuttosto che filati non elastici come il lino o il cotone. Questo ti permetterà di avere più “generosità” da parte del materiale anche se sbaglierai dei movimenti.

3. Acquista filati di buona qualità

Ok, da Tiger ci sono 30 gomitoli a 1€, ma non farti ingannare. Esattamente come in ogni arte, buona qualità significa anche maggiore facilità. Perché vuoi complicarti la vita da subito? Filati come Drops Design, Rowan o altri ti permetteranno di imparare godendo delle sensazioni che la buona materia prima può darti.

4. Scegli colori chiari

Non cominciare il tuo primo lavoro con filati neri, blu o verde scuro. Se scegli dei colori chiari farai meno fatica a “leggere” quello che stai facendo, sforzando meno gli occhi e stancandoti meno. Colore chiaro significa anche maggiore facilità nel riconoscere i punti che stai creando.

5. Non acquistare online

Eh, lo so. Può sembrarti innaturale, specie se letto su un sito. Ma per il tuo PRIMO filato, ascolta un consiglio: vivi l’esperienza di entrare in una merceria o in un negozio di filati, respira un po’ questo mondo. Non te ne pentirai.


BONUS TRACK:
Se stai iniziando, chiedi un filato abbastanza grosso. Tipo per ferri dai 5mm in su. Così farai meno fatica 😉

Questi 5 passi, per quanto semplici, ti permetteranno di approcciare il mondo dei filati in modo semplice, senza troppi sforzi (ne dovrai mettere in campo parecchi, ma è questo il bello!) e aiutandoti a trasformare ciò che all’inizio è solo un passatempo in una vera e propria passione.

Inoltre, eccoti una breve guida per Riconoscere la fibra dei filati se hai perso la fascetta

Condividi 🙂